Gli Strumenti dell'Orchestra
Coordinatore del Laboratorio Musicale: Prof: Gennaro  Vespoli (Facebook)

Per visualizzare correttamente il sito, si consiglia il collegamento a banda larga (ADSL).                            Per scaricare i contenuti del Laboratorio Musicale vai sul pulsante destro del mouse e scegli "Salva oggetto con nome"

Home
Su

 

Orchestra deriva dal greco che significa "spazio riservato alla danza"; nell'odierno significato musicale significa  insieme di strumenti. Il numero e il tipo di formazione strumentale dell'orchestra dipendono dalle esigenze stilistiche tipiche di ciascun periodo: l'orchestra barocca si differenzia da quella classica, che a sua volta differisce da quella moderna. La musica per orchestra è scritta in "partitura", nella quale sono incolonnate tutte le parti relative ai singoli strumenti o famiglie di strumenti. Variano secondo l'epoca non solo il tipo e il numero degli strumenti ma anche la loro disposizione in sala attorno al direttore.

Abbiamo detto che il numero e il tipo di formazione strumentale dell'orchestra dipendono dalle esigenze stilistiche di ciascun periodo. Senza voler entrare troppo nel dettaglio e soffermandoci solo sull'orchestra moderna, potremo dire che essa si compone di cinque famiglie di strumenti.

  • Archi

  • Legni

  • Ottoni

  • Percussioni

  • Strumenti elettronici

Le famiglie dei Legni e degli Ottoni sono tutti strumenti musicali che producono i suoni grazie alle vibrazioni di una colonna d'aria che viene messa in vibrazione dal fiato del musicista che soffia nell'imboccatura. L'altezza delle note viene determinata dalla lunghezza del tubo e può essere modificata con le dita o tramite meccanismi come i pistoni, la coulisse (ottoni) o le chiavi (legni).

I Legni                      

Gli Ottoni

 

La famiglia degli Archi sono tutti strumenti musicali che producono i suoni grazie alle vibrazioni delle corde. Le corde possono essere a corde strofinate (con un archetto) o pizzicate (con le dita). L'altezza dei suoni è determinata dalla maggiore o minore lunghezza delle corde e dal loro spessore: più la corda è lunga e spessa , più il suono è grave e viceversa.

Gli Archi

La famiglia delle Percussioni sono tutti strumenti musicaki che producono il suono dalle vibrazioni di una membrana o per vibrazione propria dello strumento stesso. La distinzione più significativa fra questi strumenti è data dalla capacità di produrre suoni determinati, cioè esprimibili coc la notazione musicale, o suoni indeterminati, cioè suoni non definibili di cui si può indicare solo il ritmo.

Strumenti a suono determinato

Strumenti a suono indeterminato

 

La famiglia degli Elettrofoni sono tutti strumenti musicali che producono il suono servendosi dell'elettricità e sono stati tutti costruiti nel novecento. In alcuni di essi, come la tastiera, la chitarra elettrica, le vibrazioni sono prodotte in maniera meccanica e poi trasformate in inpulsi elettromagnetici da un meccanismo chiamato pick-up. In altri, chiamati strumenti elettronici, i suoni vengono prodotti da generatori elettronici, gli oscillatori.

Strumenti elettromeccanici

Strumenti elettronici

 

Se vuoi vedere la video-clip degli strumenti musicali scarica il programma Winzip, poi apri il file sottostante e fai l'estrazione (extract) del contenuto: ti compariranno sul tuo desktop due icone, fai doppio click su quella di "Avvio" e... buon divertimento!

Strumenti Musicali.zip

VAI ALLA GUIDA DEL GIOVANE ALL'ORCHESTRA PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO.

 

Se vuoi ascoltare altri brani per orchestra clicca su  CLUB D'ASCOLTO

 

Coordinatore del Laboratorio Musicale: Prof. Gennaro Vespoli (Facebook)

Contatta l'autore del sito: gennarovespoli@alice.it