La consonanza e la banda critica
Coordinatore del Laboratorio Musicale: Prof: Gennaro  Vespoli (Facebook)

Per visualizzare correttamente il sito, si consiglia il collegamento a banda larga (ADSL).                            Per scaricare i contenuti del Laboratorio Musicale vai sul pulsante destro del mouse e scegli "Salva oggetto con nome"

Home
Su

Se le note di un bicordo hanno una differenza di frequenza maggiore della larghezza di banda critica vengono percepite come consonanti, ma se invece la differenza delle loro frequenze minore della larghezza di banda critica (o, come si dice, ricadono nella stessa banda critica), provocano una sensazione di asprezza, o dissonanza.come la larghezza di banda critica vari con la frequenza (vedi la figura): per frequenze basse essa non scende mai sotto ai 95 Hz circa, mentre al di sopra del LA4 (440 Hz) tende a stabilizzarsi su un intervallo compreso fra il tono intero e la terza minore. 

Un altro modo di vedere il fenomeno mostrato nella figura seguente:

Qui rappresentata una curva (in rosso) che rappresenta la consonanza/dissonanza di due suoni puri (suonati contemporaneamente) in funzione della loro differenza di frequenza misurata come frazione della larghezza di banda critica. Si pu vedere come la massima dissonanza si verifichi a circa un quarto della larghezza di banda critica. La massima consonanza si ha in corrispondenza dell'unisono (a sinistra) e all'estremo della larghezza di banda critica (a destra).

Riccardo Bianchini

 

Coordinatore del Laboratorio Musicale: Prof. Gennaro Vespoli (Facebook)

Contatta l'autore del sito: gennarovespoli63@gmail.com

 

 

     CANZONE

AUDIO

BASE

SIBELIUS

TESTO

Restiamo umani

MP3

Mp3

 

PDF

La Sveglia Tomasina

MP3

MP3

Sibelius

PDF